Convegno sull’epilessia


LUNEDÌ 8 FEBBRAIO 2016 – ore 15:30
CONVEGNO
“EPILESSIA:L’ESPERTO RISPONDE”
Associazione Amici di Agrigento ONLUS
Via Kennedy, 5 Villaseta (AG)
L’epilessia è una delle malattie neurologiche più diffuse al mondo, che in Italia coinvolge circa 500.000 persone con oltre 30.000 nuovi caso l’anno.
Si tratta di una malattia sociale che il Parlamento Europeo e l’Assemblea Mondiale della Sanità (WHA) hanno indicato come una priorità in campo di ricerca e assistenziale.
Le persone con epilessia, a parte le problematiche di ordine diagnostico e terapeutico (il 30% dei casi sono resistenti ai farmaci oggi disponibili) sono spesso vittime di pregiudizi e discriminazioni a livello sociale e a limitazioni in vari ambiti: scuola, lavoro, guida, sport, etc.
L’Epilessia è guaribile? L’Epilessia è ereditaria? Che cosa si può fare contro l’epilessia? Che cosa succede durante una crisi? Queste sono soltanto alcune delle domande cui l’esperto risponderà.

Scarica locandina evento Convegno Epilessia

Annunci

Embrace, uno smart wacht che anticipa l’epilessia


Per saperne di più via Empatica – Human data in real time.

Chi soffre di epilessia, indossando Embrace, riceverà un segnale d’allarme ogni volta che accade un evento insolito, come una crisi convulsiva.

Tramite il suo smartphone, l’avviso arriverà ai suoi genitori, coinquilini o badanti, in modo che qualcuno possa soccorrerlo. Inoltre, anche una di queste persone può indossare un Embrace “gemello”. Quando i due Embrace si trovano nello stesso raggio d’azione (ad esempio in stanze vicine), l’Embrace “gemello” vibrerà per dare l’allarme.

L’attività elettrodermica, o EDA, è una risposta autonoma attivata da regioni profonde del cervello coinvolte in emozioni quali la paura, l’ansia, e l’eccitazione. È attivata sensibilmente durante le convulsioni che concernono una regione del cervello che può arrestare la respirazione. Se ti interessa approfondire l’aspetto scientifico, puoi leggere qui.

Tutte le importanti scoperte mediche ottenute dal nostro lavoro sono state pubblicate su riviste come Epilepsia, Neurology, Nature. Abbiamo inoltre in programma di chiedere l’approvazione all’FDA (“Food and Drug Administration”, l’agenzia americana per gli alimenti e i medicinali).

Frutto di una start up italiana in collaborazione con il MIT.